Dati di traffico 2015: i 14 principali mercati UE per Torino Caselle

Published on: 5 aprile 2016

Filled Under: press

Views: 955

Dalle statistiche del 2015 pubblicate sul sito dell’ENAC è possibile ricostruire anche l’andamento del traffico da Torino ai 14 mercati principali in ambito UE (sono esclusi pertanto i voli per i mercati extra UE ovvero Turchia, Albania, Marocco, Repubblica Moldava ed Egitto). Il 2015 di Caselle è stato un anno estremamente positivo per i voli internazionali, ed il quadro delle rotte UE lo conferma: in crescita tutti i mercati, eccetto una piccola flessione nel traffico verso la Germania.

Paesi UEPesseggeri 2015 verso TorinoVariazione rispetto al 2014
Germania 389886-3%
Gran Bretagna 338075+1,8%
Spagna 281924+24,5%
Francia 186279+ 2,1%
Olanda 173944+ 58,3%
Romania 110320+ 208,1%
Belgio 88723+ 10,2%
Malta 29588+ 7,1%
Svezia (charter sciatori)10593+ 91,6%
Grecia (charter)10242+ 37,4%
Irlanda (charter sciatori)9528+ 17,9%
Danimarca (charter sciatori)8529+ 63,4%
Polonia (charter sciatori)7709+ 5,7%
Finlandia (charter sciatori)3143+ 729,9%

 

La Germania si conferma il primo mercato per Caselle grazie ai voli per gli hub di Lufthansa: in leggero calo rispetto al 2014 a seguito della cancellazione dei voli per Dusseldorf, nel 2016 il dato dovrebbe tornare a salire verso la quota di 400 mila passeggeri grazie al ritorno del volo per Berlino da Maggio con Blueair.

DSC_0344

Lufthansa a Caselle

Segue il mercato inglese (Londra più tutte le destinazioni charter) sostanzialmente stabile rispetto al 2014, e poi la Spagna che certamente nel 2016 sfonderà il muro dei 300 mila passeggeri.

Stabile il traffico verso la Francia, è stato boom per il traffico verso l’Olanda, grazie all’Eindhoven di Ryanair ed alla crescita di Amsterdam: nel 2016 come è noto è stato chiuso il collegamento per Eindhoven, mentre è attesa una ulteriore crescita per l’Amsterdam, è probabile che comunque si assisterà ad un calo del traffico verso i Paesi Bassi.

Boom di traffico verso la Romania, un mercato che finalmente viene sfruttato a dovere da Caselle dopo un decennio di assenza: 110 mila passeggeri nel 2015, con una previsione di forte incremento per il 2016, anche a fronte di nuove rotte Blueair che potrebbero essere annunciate a breve.

Dati in forte crescita (anche se su numeri molto più modesti) dal versante charter. Sul fronte outgoing è cresciuta la Grecia, su cui è atteso un vero boom nell’estate 2016 grazie ai nuovi voli di Blueair e Volotea. Sul fronte incoming sono andati bene tutti i mercati (Scandinavia, Irlanda, Polonia): sui mercati scandinavi, come abbiamo documentato puntualmente negli ultimi mesi, il 2016 è stato un anno di vero boom, con decine di rotazioni in più rispetto al 2015 ed un nuovo mercato (Estonia), ci attendiamo quindi che i dati del prossimo anno saranno ancora più positivi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *