La grande ritirata di Volotea dalle rotte nazionali

Published on: 10 Dicembre 2021

Filled Under: news

Views: 26013

Tags: , , ,

L’Epifania (quasi) tutti i voli di Volotea si porta via. Dai sistemi di prenotazione Volotea si va delineando uno scenario abbastanza sorprendente per la compagnia low cost spagnola in Italia nel 2022: passate le Feste natalizie, dal 10 Gennaio 2022 in avanti ci sarà una drastica riduzione della presenza di Volotea sulle rotte nazionali. I tagli toccano un pò tutti gli scali e le rotte storiche di Volotea in Italia, con poche eccezioni e fatte salve le rotte in Sardegna, vediamo alcuni esempi:

Torino perde i collegamenti con Catania, Palermo e Lamezia Terme

Genova perde i voli per Brindisi, Palermo e Pantelleria

– da Palermo vengono cancellati i voli per Cagliari, Pescara, Trieste

– da Bari saltano le rotte per Catania e Palermo

Trieste perde il volo per Napoli

A queste rotte vanno poi aggiunti alcuni “esperimenti” della scorsa estate, spariti dai radar dopo poche rotazioni: Cuneo-Olbia, Linate-Catania/Brindisi, Lamezia-Linate/Trieste/Cagliari. Il quadro dei tagli internazionali è ancora più articolato, ed anche in questo caso coinvolge tutti gli scali nazionali e le direttrici principalmente verso le isole greche e spagnole. Queste riduzioni porteranno inevitabilmente ad un ridimensionamento di alcune basi storiche di Volotea in Italia: Genova ad esempio nel 2022 ha solo 9 rotte confermate (erano 20 pre covid), mentre Palermo scende a 10 (il massimo fu 28 rotte).

I motivi di questo ridimensionamento di Volotea in Italia sono molteplici: da un lato la massiccia concorrenza di Ryanair e Wizzair, su gran parte delle rotte che verranno tagliate dagli spagnoli. Dall’altro la necessità di onorare l’impegno della Continuità Territoriale in Sardegna, che richiederà circa10 aeromobili sull’isola nell’estate 2022, con conseguente drenaggio di aerei ed equipaggi dalle altre basi del vettore spagnolo. A questo va aggiunta una gestione quanto meno discutibile delle operazioni nella passata estate 2021 da parte di Volotea: voli puntualmente messi in vendita e poi cancellati e accorpati anche sotto data, creando disagi a migliaia di passeggeri che hanno poi finito per voltarle le spalle, come si può facilmente verificare tra i messaggi esasperati sui loro canali social.

Questa strategia si dimostrerà lungimirante? Lasciare campo libero a Wizzair e Ryanair relegherà Volotea ad un ruolo sempre più marginale nella nostra penisola, e ricordiamo che i vettori che storicamente hanno puntato sulla Continuità sarda non hanno mai tratto reali benefici economici (chiedere ad Alitalia, Meridiana, Blue Air e Livingstone).

La frecciatina di Wizzair a Volotea

2 Responses to La grande ritirata di Volotea dalle rotte nazionali

  1. Cabin Crew ha detto:

    Dovresti fare una altra notizia con il vergognoso stipendio che volotea paga agli assistente di volo ed ai piloti, il bordello che hanno fatto anche con i soldi dei colleghi, il ritardo dil pagamento base più di 15 giorni, con risposte false, una vera vergogna questa compagnia che non solo lascia il passeggeri a terra anche lascia i lavoratori senza soldi! Colleghi che hanno presso 23 euro di pagamento/stipendio il mese scorso! Ancora chiedendo i soldi senza risposta! Magari per il Natale arriverà!

  2. Giovanni Lacava ha detto:

    Tutto prevedibile ! Altro ancora accadrai ! ( purtroppo) comunque bisogna essere coscienti del fatto che non si può vendere biglietti a 9 € e 90 , tasse comprese ( da 20 a 30 euro ) per ogni passeggero imbarcato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.